Un mio commento sul voto di ieri

Per chiarire quanto è avvenuto ieri in aula riporto qui le mie dichiarazioni alla stampa che, brevemente, chiariscono la mia posizione.

ROMA, 15 OTTOBRE – ”L’art. 67 della Costituzione recita che il parlamentare è libero da vincolo di mandato e deve rispondere alla propria coscienza. Ritengo per il bene del paese”. E’ quanto afferma, in una nota, il senatore del gruppo Misto-Ilic, Luis Alberto Orellana dopo il suo voto favorevole sulla nota di aggiornamento del Def riguardo lo spostamento del pareggio di bilancio al 2017. ”Auspico - fa presente Orellana – che lo spostamento al 2017 del pareggio di bilancio darà modo di poter fare qualche intervento in più in economia come proseguire con gli 80 euro in busta paga, abbassare l’irap e poter realizzare una politica economica espansiva e contro il  regime imposto da Bruxelles con i vari Katainen di turno. Al di fuori di logiche di appartenenza e schieramento quindi – ribadisce Luis Orellana – ho votato secondo coscienza come ho sempre fatto anche in tempi non sospetti e ritengo di aver interpretato in modo rigoroso e veritiero quanto recita l’art. 67 della Costituzione. Sono una persona libera e non devo rendere conto a nessuno a differenza di altri”.